Scrivere per il web

Un testo per il web deve attrarre alla prima occhiata, essere conciso soprattutto, la metà di quanto l’argomento richiederebbe sulla carta. Periodi semplici e brevi, per non dare affaticamento alla vista del lettore. Niente ripetizioni e ridondanze concettuali. Pochi fronzoli, pochi aggettivi. I gerundi sono orribili, avverbi e condizionali appesantiscono. Per i verbi è preferibile sempre usare l’indicativo e l’infinito. Il web pone vincoli di lettura diversi rispetto alla carta stampata: chiarezza ed efficacia sono indispensabili, così come la capacità di cogliere l’essenziale. Altra regola: condensare in ogni paragrafo un solo concetto, una sola idea, un solo tema. Attenzione al titolo: il titolo deve definire il problema, il testo ha il compito di definire la soluzione.

contenuti-digitali1

Goethe diceva che “chi sbaglia con la prima asola, non si corregge con l’abbottonatura”. Cosa significa? Che un attacco efficace è fondamentale a predisporre favorevolmente il lettore. Un buon testo, anche sul web, si vede dall’incipit. Call me Ishmael, il famoso attacco di Moby Dick, è ancora adesso un esempio insuperato, tra i più alti di cui disponiamo nella storia della letteratura, per catturare, con sole tre parole, un lettore.

Le introduzioni all’argomento, specie quelle tortuose che si facevano nei temi in classe, sono finite da tempo. Gli esperti di scrittura sostengono che la frase di apertura di un testo è spesso la sua pietra tombale. Evitare dunque le introduzioni morbide, la creazione dell’atmosfera, meglio far capire subito al lettore cosa può portarsi a casa dalla lettura di un testo. Attenzione ai giochi di parole, alle formule di circostanza, al funambolismo linguistico. Se non siete Gadda o Celine, non ci provate. La struttura di un testo web è sempre la stessa: evento (cosa dove perché) problema, tesi. Scrivere per il web non signfica scrivere un raccontino, ma organizzare un’informazione. Non dimentichiamo mai che il 75% dei lettori web non legge riga per riga, guarda, scorre la pagina, legge in modo distratto e veloce. Dunque è sempre bene spezzare i periodi. Un solo blocco di testo diventa una montagna insormontabile.

Annunci

9 pensieri su “Scrivere per il web

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...